Carissime Socie e Soci,

la Relazione sulla Gestione 2018 che vi presentiamo, illustra illavoro svolto nel corso dell’anno dalla nostra Associazione.

Il 2018 è stato un anno ricco ed intenso. Abbiamo seguito con attenzione la applicazione della Riforma del Terzo settore, attraverso la partecipazione a momenti di formazione e convegni, allo scopo rendere la nostra associazione sempre più idonea a perseguire scopi per cui è nata: promuovere in tutti i modi utili la realtà della famiglia, con particolare attenzione alle famiglie di nuova formazione e a quelle che si trovano in condizioni di svantaggio, per superare il rischio o le conseguenze dell’emarginazione (dallo Statuto, art.3- Finalità).

Nella Assemblea dello scorso anno è stato rinnovato il Consiglio di Amministrazione e confermato il Presidente. Sono stati eletti i nuovi membri del Consiglio Direttivo della Associazione per il triennio 2018- 2021 nelle persone di Mascheroni Ireneo (in riferimento ai Consultori di Treviglio e Caravaggio), Colombo Maria Teresa (in riferimento alle volontarie delle Parrocchie), Del Monte Enrica (in riferimento allo Spazio Gioco); Gritti Luciana (in riferimento ai volontari dei Consultori), Rozzoni Gianfranca (in riferimento ai volontari dei Consultori). Il Consiglio ha poi eletto alla cariche di Presidente Ireneo Mascheroni e Vice- Presidente Enrica Del Monte, al fine di garantire una continuità nel servizio svolto in questi anni.

In questa Assemblea siamo chiamati ad un passo importante: approvare il nuovo statuto redatto secondo i principi e le prescrizioni previste del Decreto Legislativo 117/2017 (Codice del Terzo Settore) e successive circolari ministeriali.

Per noi è un po’ come tornare alle origini, dopo oltre 20 anni di attività.

Ci trasformeremo in Organizzazione di Volontariato (ODV), iscrivendoci nell’apposito registro regionale,ed adempiendo in questo modo alle disposizioni normative. L’Organizzazione di volontariato presenta alcune caratteristiche peculiari. Gli Enti del Terzo Settore (ETS), esercitano in via esclusiva o principale una o più attività di interesse generale per il perseguimento, senza scopo di lucro, di finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale. La Associazione “Centro per la Famiglia” avrà come oggetto principale la“organizzazione e gestione di attività culturali, artistiche o ricreative di interesse sociale, incluse attività, anche editoriali, di promozione e diffusione della cultura e della pratica del volontariato e delle attivitàdi interesse generale di cui al presente articolo” (D.Lgs 117/2017, art.5 comma i). La nostra associazionenon esercita direttamente le attività di interesse generale previste dall’articolato (sociali, socio-sanitarie, sanitarie, di beneficienza, ecc.), ma ha come scopo la promozione della cultura e della pratica di un volontariato attivo, competente, motivato a favore delle realtà di servizio alla famiglia (consultori, centroprivato …).

I destinatari delle ODV sono prevalentemente soggetti terzi (non necessariamente svantaggiati), e le prestazioni dei soci sono sempre gratuite, salvo il riconoscimento dei rimborsi spesa autorizzati e documentati. Il lavoro volontario deve essere comunque prevalente, anche se non si esclude la possibilità di inserire lavoratori dipendenti o prestazioni di lavoro autonomo, nei limiti necessari al regolare funzionamento dell’organizzazione oppure nei limitioccorrenti a qualificare o specializzare l’attività svolta. Il numero dei lavoratori comunque non deve essere superiore al cinquanta per cento dei volontari.

Non è solo un passaggio formale: ritroviamo la nostra identità, mantenendo ferma la ispirazione cristiana che ci ha motivato in questi anni, per continuare a lavorare anche in futuro per il bene delle famiglie del nostro territorio. E per ricordare a tutti il dono e il valore della gratuità.